logo
  • Cagala Tanja 13 anni

    Paralisi Cerebrale Infantile

    Tanja è nata prematura, a 28. settimana di gravidanza. Lo sviluppo psicomotorio successivo viene interrotto, viene diagnosticata la paralisi cerebrale infantile (CPI). Lo sviluppo dell´intelletto e della parola è ritardato, soffre di grave tetraparesi spastica, si verificano le contratture nelle sue articolazioni, tutto questo si traduce nell´incapacitá di muoversi. I metodi del trattamento standard sono inefficaci. Nel 2006 a undici anni, oltre di soffrire di crisi epilettiche ed è curata con i farmaci antiepilettici, le viene consigliato il trattamento di amminoacidi. La somministrazione di amminoacidi è iniziata e durante il primo ciclo di trattamento si nota il primo miglioramento dello stato mentale e dello stato motorio. Si arrestrano le crisi epilettiche, smette di prendere antiepilettici e le crisi epilettiche non appaiono piú. Dopo due mesi di somministrazione diventa più attiva ed aumenta la concentrazione e l´attenzione. Gli insegnanti di Tanja commentano il suo stato: "Tanja ascolta e risponde meglio. Come se avesse avuto qualcosa nelle sue orecchie ed adesso quello è stato rimosso. "r Migliora il suo sistema locomotorio, attualmente dopo diversi cicli di trattamento, ogni giorno riesce a stare venti minuti nel girello. L´attività che 2 anni prima di iniziare la cura di amminoacidi rifiutava, perché le causava un forte dolore. Grandi progressi si stanno verificando nello sviluppo del linguaggio. Adesso é in grado di parlare componendo frasi e periodi, si puó parlare con lei interattivamente, riesce a descrivere le sue sensazioni ed emozioni. Impara le nuove parole, che sa utilizzare correttamente. Il miglioramento dell linguaggio è accompagnato da un miglioramento della memoria. Migliora la capacità di concentrazione, é in grado di giocare per mezz'ora davanti al computer, riesce a scrivere da sola e dipingere. Durante i giochi sociali la sua aumentata concentrazione le permette di giocare con gli altri. Come risultato di una migliore attenzione e memoria migliora l'orientamento spaziale, dal settembre 2007 è capace di muoversi da sola sulla sedia elettrica. Senza essere accompagnata riesce ad arrivare a scuola e tornare a casa. Durante la sua vita é stata dipendente dagli aiuti d'incontinenza. Oggigiorno anche questo handicap si sta modificando ed utilizza gli aiuti solo raramente, che contribuisce anche alla sua integrazione nella vita normale. Aumenta la sua alterezza, è più indipendente e arretrano le preoccupazioni quotidiane, paura e incertezza.