logo

CVA - ictus e trauma cranico 
L'efficacia dei preparati di aminoacidi negli eventi cerebrovascolari (CVA) e nei traumi cranici

Con questo ampio gruppo di pazienti con diversi sintomi neurologici possono essere raggiunti risultati impressionanti soprattutto nella presentazione iniziale del insulto. Variazioni positive si possono osservare nell´ 80% dei casi secondo del intervallo di tempo dal insulto. Secondo la situazione attuale si può osservare la riduzione o l'eliminazione della spasticità e la rigidità, un aumento gamma di movimento delle articolazioni, l´effetto positivo sulla capacità di parola fino a pieno recupero.

Nei pazienti che hanno subito un´ictus o un trauma da tanto tempo(da sei mesi o diversi anni), la somministrazione dei preparati di aminoacidi può avere un effetto molto positivo. Ad esempio, nelle contratture irreversibili del gomito o del polso si arriva ad un alleviamento della sindrome del dolore.

L´ascendente del principio di aminoacidi è diverso dal classico trattamento di questi stati (per esempio nootropiche). Agiscono direttamente nel tessuto danneggiato con meccanismi diversi, i neuroni creano le nuove sinapsi o si risvegliano le "cellule dormienti" - quindi vi è un recupero parziale o totale della funzione perduta.

I preparati di aminoacidi permetono di agire direttamente sui meccanismi biochimici delle cellule nervose, ai pazienti si apre una nuova prospettiva per il trattamento degli stati dopo eventi cerebrovascolari.